Fiori di Robinia (Robinia pseudoacacia)

Eccoli, finalmente! Questa balorda primavera ci ha finalmente concesso la splendida fioritura delle robinie. Ed io, come al solito, ho fatto man bassa alla prima occasione. Dato che la Robinia è una specie alloctona invasiva proveniente dall’america, non mi sento minimamente in colpa a saccheggiarne allegramente i fiori, se non per la competizione con le api. Il famoso miele di acacia è infatti miele di fiori di robinia, ricchissimi di nettare e molto apprezzati dalle api.

I fiori di Robinia pseudoacacia sono carnosi, dolci e profumatissimi
I fiori di Robinia pseudoacacia sono carnosi, dolci e profumatissimi

E per gli appassionati di fitoalimurgia? I fiori di robinia sono carnosi, dolci e profumatissimi, perfetti per ricette primaverili. L’abbinamento con piatti salati non l’ho ancora provato ma sospetto che possa regalare insospettabili armonie, grazie al retrogusto di erba fresca appena tagliata. Lo so, difficile immaginarlo e ancora più difficile descriverlo. Basta assaggiare un fiore crudo per capire l’esplosione di sapori che sprigiona. A dire il vero, mangiati direttamente dalla pianta durante una passeggiata sono una vera delizia a cui generalmente non riesco a resistere!

Clafoutis ai fiori di Robinia e pesche, una variante della tradizionale ricetta alle ciliegie
Clafoutis ai fiori di Robinia e pesche, una variante della tradizionale ricetta alle ciliegie

Ricetta Clafoutis fiori di Robinia e Pesche

Una torta superveloce, per un peccato improvvisato! Con queste dosi io ho ottenuto 10 tortine monoporzione.

Pochi ingredienti per una preparazione semplicissima: uova, latte, farina, zucchero, fiori di robinia e pesche
Pochi ingredienti per una preparazione semplicissima: uova, latte, farina, zucchero, fiori di robinia e pesche

Ingredienti:

  • 10-15 fiori di robinia
  • 1 pesca
  • 1 tazza farina
  • 1 tazza di latte
  • ½ tazza di zucchero
  • 3 uova
  • 1 bicchierino di brandy

Preparazione:

Spelate e tagliate la pesca a pezzetti di circa 1 cm, metteteli in una ciotola con una spolverata di zucchero e il brandy. Lasciate riposare per circa un’ora. Se avete fretta tralasciate l’ammollo delle pesche, buttate tutto nel mixer (tranne i fiori) et voilà. Se siete più golosi che frettolosi concedete alle pesche un bagnetto drenante nel brandy…non ve ne pentirete.

Le pesche spolverate di zucchero e in ammolo nel brandy rilasciano un succo delizioso
Le pesche spolverate di zucchero e in ammolo nel brandy rilasciano un succo delizioso
Prima si riempiono i pirottini con i fiori e la frutta. L'impasto per ultimo, sopra a tutto il resto
Prima si riempiono i pirottini con i fiori e la frutta. L’impasto per ultimo, sopra a tutto il resto

Intanto disponete i fiori di robinia nei pirottini, eliminando i racemi. Preparate l’impasto mescolando tutti gli altri ingredienti, a cui aggiungerete anche il liquido rilasciato dalle pesche. Disponete qualche pezzetto di pesca sopra ai fiori e quindi riempite i pirottini con l’impasto, che sarà piuttosto liquido (simile a una pastella).

Infornate a 180°C per circa mezz’ora.

clafoutis Robinia pseudoacacia

Clafoutis ai fiori di Robinia e Pesche

Share this!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Follow us!
Facebooktwitterrssinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ItalyEnglish