Fiori robinia fritti

Questa semplice ricetta è il primo pensiero che si affaccia alla mia mente, carico di ricordi di infanzia, quando sento il profumo inebriante della robinia. Fiori croccanti, profumati e dolci, con un leggero retrogusto di erba fresca.

Le dosi dipendono da quanti fiori avete a disposizione e da quanti amici dovete sfamare, quindi non le metto. Indicativamente metà acqua e metà farina (io metto un po’ meno farina).

Ingredienti:

  • acqua frizzante
  • farina 00 (se celiaci: sostiuire con farina di riso o fumetto di mais)
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di zucchero
  • olio per frittura

 robinia pastella

Fare una pastella piuttosto liquida mescolando con la frusta farina, acqua frizzante, sale e zucchero (pochissimo). Il segreto per un fritto croccante e leggero è lo shock termico, cioè la differenza di temperatura tra l’olio bollente e i fiori da immergere. Dopo aver mescolato gli ingredienti lasciar riposare la pastella in frigorifero per almeno mezz’ora.

Quindi scaldare l’olio, immergere i fiori nella pastella e subito nell’olio bollente. Per capire se l’olio è alla giusta temperatura, immergeteci la punta di uno stuzzicadenti: se fa tante bollicine, l’olio dovrebbe essere pronto per friggere i fiori.

Lasciate cuocere finché i fiori cominciano a prendere un colore dorato, toglieteli dall’olio con una pinza da cucina o con una paletta forata, disponeteli sulla carta assorbente per togliere l’eccesso di olio, impiattate e gustateli con una spolverata di zucchero a velo.

frittelle robinia

Fiori di Robinia fritti

Share this!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Follow us!
Facebooktwitterrssinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ItalyEnglish