Non ricordo bene in quale situazione, ma un giorno qualcuno mi chiese: “hai mai provato a usare le ortiche per fare dei dolci?”. Accidenti, no! Ma che idea geniale… Ecco che parte una nuova linea di sperimentazione, foglie verdi nei dolci.. e perché no? Questa ricetta dei tartufini di ortica è la prima e, devo dire, a me è molto piaciuta.

Torta alle ortiche con tartufini di ortiche e datteri
Dolce alle ortiche con tartufini di ortiche e datteri

L’utilizzo delle ortiche fresche conferisce un retrogusto leggermente erbaceo, che mitiga l’eccessiva dolcezza dei datteri. A me non dispiace, ma temo che non sia per tutti. Per accontentare tutti i palati nella ricetta qui sotto ho quindi modificato le proporzioni tra secco/fresco della ricetta originale, che prevedeva 30 gr di ortica fresca e 2 cucchiai di farina di ortiche. Appena avrò trovato la combinazione perfetta aggiornerò le dosi. Fatemi sapere cosa ne pensate!

Ricetta dei tartufini di ortica

Ricetta facilissima, svuota dispensa di fine inverno.. alzi la mano chi non ha il mitico pacchetto di datteri avanzato dalle feste natalizie che ingombra la dispensa!

Ortiche, datteri, nocciole e burro. Ricetta svuota-dispensa!

Ingredienti:

  • 10 g cime di ortica fresca (cruda) + 5 cucch ortica secca in polvere
  • 100 g datteri secchi (senza seme)
  • 50g farina nocciole (semi di zucca, mandorle etc..)
  • Pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di falso miele di tarassaco (oppure vero miele)
  • 1 cucchiaio abbondante di burro fuso

Cacao, farina di ortiche o granella di nocciole per “vestire” il tartufo.

Preparazione:

Si butta tutto nel robot da cucina, e si lascia girare finché non si ottiene un impasto omogeneo e leggermente appiccicoso. Cone le mani bagnate si formano delle palline, della dimensione che volete, ma io consiglio piccole (1,5-2 cm di diametro). Per rivestire i tartufini potete usare cacao (no quello amaro, credetemi), farina di ortica e zucchero di canna, granella di nocciole o quello che vi suggerisce la fantasia. Quindi basta metterle in frigorifero qualche ora a rassodare. Io ne ho anche congelate, per quando mi viene l’improvvisa voglia di dolce dopo pasto e non ho voglia di cucinare.

Dolce alle ortiche
Dolce alle ortiche

E il resto che c’è nella foto? Beh, mica potevo accontentarmi dei tartufini e quindi ho preparato un pan di spagna con farina di ortiche, impregnandolo di sciroppo di mugo. Poi ci ho appoggiato sopra una crema di philadelphia aromatizzata sempre con il mugo, addensata con gelatina per dolci. Pere caramellate in padella per completare. Appena trovo il foglietto con le dosi che ho usato posto anche questa parte. Altrimenti mi toccherà rifarlo! Beh, a pensarci bene, quasi quasi il foglietto non lo cerco neppure..

Tartufini di ortica e datteri

Share this!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Follow us!
Facebooktwitterrssinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ItalyEnglish