Plantago lanceolata è una specie erbacea perenne molto comune, chiamata volgarmente Piantaggine lanciuola, Piantaggine minore, Lingua di cane, Centonervi, Cinquenervi, Arnoglossa, Erba di S.Antonio, Erba pitocchina. È una delle piante più conosciute dalla medicina popolare (soprattutto cicatrizzante e antibatterica).

Plantago lanceolata

Dove la trovo?

Distribuzione: Cosmopolita (In tutte le zone del mondo)

Habitat: ovunque, da 0 a 2000 metri di quota. Specie rustica, generalmente sinantropica, che si adatta a quasi tutti i climi e i suoli. Presente nei prati da sfalcio e nei pascoli, negli incolti, nelle macerie, lungo i bordi stradali e negli orti.

Quando la raccolgo?

Si può raccogliere dalla primavera fino all’autunno, anche durante e dopo la fioritura.

Come la uso?

Foglie crude: solo le più giovani in insalata, poi diventano coriacee ed è meglio cuocerle.

Foglie cotte: bollire circa 5 minuti. Si possono usare come contorno, in torte salate, nei ravioli e nei minestroni. Con le foglie fa un ottimo sciroppo per la tosse. La piantaggine è ricca in Vitamina A, Vitamina C, Calcio, Potassio, Rame, Selenio, etc..

Conservazione:

Foglie secche: seccate all’ombra o con l’essicatore. Si usano per infusi e decotti

Foglie congelate (scottarle prima)

Riproduzione:

Da seme: la germinazione richiede stratificazione. Seminare in campo da metà a fine estate. Si propaga molto facilmente da sola, specialmente sui suoli nudi o smossi.

Plantago lanceolata L.

Share this!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Follow us!
Facebooktwitterrssinstagram
Tag:                     
ItalyEnglish